Reset filtri
Tempo medio di risposta: 89 ore
Categoria: Locazione
Salve, siamo una giovane coppia di neolaureati che hanno avuto la fortuna di trovare subito un impiego, motivo per il quale abbiamo scelto di compiere un primo passo andando a convivere insieme. Ora ci apprestiamo a firmare un contratto di locazione "concordato" e con "cedolare secca". Vorrei sapere se è disponibile "un elenco" dei diritti e doveri del locatario e del conduttore anche in merito ad eventuali utenze da allacciare ( volturare) e in merito ad un'eventuale disdetta. La ringrazio anticipatamente, Federica
Il rapporto di locazione è regolato da norme di legge (L.431/98, Codice Civile, ecc.)e dalle disposizioni contrattuali. E'dal contratto, soprattutto, che, nel rispetto delle norme di legge, si desumono i diritto e i doveri di proprietario ed inquilino. Suggerimenti li potete trovare anche nel sito, in http://www.bolognahomeline.it/affitto
Categoria: Contratti
abbiamo affittato un appartamento (proprietari io e la mia compagna) a canone concordato e cedolare secca (comune di Bologna) come riporta il contratto appunto , chiedevo: devo ogni anno devo confermare agli inquilini e all' agenzia delle entrate la mia scelta (cedolare secca )o si intende confermata tacitamente... Vi ringrazio p.s.gran bel servizio il vostro.
L'opzione "cedolare secca" si intende valida fino a revoca, possibile ad ogni scadenza annuale. Quindi nessuna comunicazione è necessaria permanendo la scelta della cedolare. Alla proroga del contratto (quindi alla scadenza del primo periodo contrattuale e alle scadenze contrattuali successive) deve essere fatta la comunicazione all'Agenzia delle Entrate dove è stato registrato il contratto entro 30 giorni dalla decorrenza.
Categoria: Fisco
la tipologia di affitto a canone concordato con cedolare secca al 10%(comune di bologna) , può essere applicato a piu immobili che posseggo o vi è un limite di locali posseduti ai quali avvalersi di queste condizioni contrattuali ? grazie Valerio
Non esiste in normativa alcun limite di immobili posseduti al fine dell'applicazione del contratto concordato con regime fiscale in cedolare.
Categoria: Contratti
Sono proprietaria di un appartamento a Bologna che affitterò da gennaio a canone concordato. Ho scaricato dal link del comune il modello di contratto 3+2 (http://www.comune.bologna.it/media/files/allegato_a_3_2.pdf) Ho tre quesiti in proposito: 1. L'art 2 (Canone) prevede due opzioni A e B. Non capisco la differenza e non so quale delle due opzioni debba scegliere nel mio caso 2. Dato che usufruirò del regime di cedolare secca (clausola che inserirò nel contratto) e quindi non potrò aggiornare il canone annualmente, è necessario inserire nel contratto la dicitura 'Nel caso in cui l'Accordo territoriale di cui al presente punto lo preveda, il canone viene aggiornato ogni anno nella misura contrattata del ..............., che comunque non può superare il 75% della variazione Istat.'? 3. Sul sito è anche scaricabile un modulo di verifica del contratto. Io mi sono rivolta ad un'associazione di proprietari per farmi fare il conteggio del canone concordato. Devo compilare il suddetto modulo? E nel caso, va allegato al contratto o inviato a qualcuno? Grazie Michela Zanni
Per quanto riguarda l'opzione canone quella che deve utilizzare è la A. (Il modulo ministeriale contempla l'ipotesi B che riguarda i comuni per i quali non c'è un accordo territoriale). Per la seconda domanda direi che può inserire comunque la clausola relativa all'aggiornamento ISTAT , in quanto l'opzione in deroga della cedolare può essere rivista ad ogni scadenza annuale del contratto. Per la verifica, infine, l'associazione a cui si è rivolta dovrebbe essere in grado di darle tutte le spiegazioni necessarie.
Categoria: Contratti
Salve, ho trovato davvero molte risposte sul sito e faccio i complimenti a bologna per questo. vorrei calcolare quanto sarebbe il canone concordato per il mio apparramento da dare in affitto, ma il link con la mappa risulta non funzionante e vorrei chiedere come posso fare
Grazie per gli apprezzamenti. In effetti nel sito è scomparso il testo dell'accordo contenente le modalità di calcolo. Vedremo di farlo sistemare. Intanto per la sua necessità può collegarsi al sito del Comune di Bologna http://www.comune.bologna.it/casa/servizi/8:6440/