Reset filtri
Tempo medio di risposta: 76 ore
Categoria: Fisco
Sono proprietario di un immobile in cui ho stipulato un contratto di locazione abitativa agevolata. Ho già registrato il contratto presso l'Agenzia delle Entrate. Devo far registrare questo contratto anche in comune per avere le aliquote IMU ridotte? Sa dirmi presso quale ufficio? Grazie Enrico Lanfranchi
Se parliamo di Bologna per usufruire dell'IMU agevolata dovrà entro l'anno inviare l'apposita comunicazione all'Ufficio tributi con il modello reperibile al seguente indirizzo: http://www.comune.bologna.it/media/files/dichiarazione_aliquote_imu_2014.pdf Sempre per Bologna, ricorrendo le caratteristiche contrattuali, potrà richiedere il bonus di € 500,00. La pratica potrà essere seguita dal SUNIA.
Categoria: Locazione
Buon giorno, devo affittare l'abitazione di mia proprietà in cui attualmente risiedo con un contratto a canone concordato poiché dovrò trasferirmi con tutto il nucleo familiare all'estero per un periodo superiore all'anno. Vorrei sapere come devo comportarmi per la residenza, è necessario cambiarla?
Di norma la residenza deve essere intesa come riferita alla "dimora abituale". Mi mille ragioni, tra cui quelle fiscali, tale norma è spesso disattesa. Nel caso specifico andrebbero comunque valutati gli effetti per l'inquilino. (es per la TARI). Non so infine della normativa circa l'iscrizione all'AIRE.
Categoria: Impianti
Buongiorno. Vorrei affrontare un intervento di ristrutturazione sulla casa di proprietà e accedere alle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia del 50% previste dalla legge di stabilità per l’anno 2014. Gli interventi che dovrei svolgere sono: 1. rifacimento dell'intonaco esterno(che risulta scrostato o inesistente e con infiltrazioni di umidità)e pittura esterna 2. sostituzione del cancello di ingresso con nuovo portoncino/cancello elettrificato (tiro) 3. sostituzione citofono Nessun intervento riguarda parti condominiali o comuni. E nessuna parte strutturale dell'edificio sarà interessata. Di quale tipologia di interventi si tratta (es. manutenzione straordinaria o restauro e risanamento conservativo)? Che tipo di richiesta va fatta al Comune? CIL, SCIA? E' possibile fare una CIL (comunicazione inizio lavori) da privati cittadini, senza l'ausilio di un professionista? In quest'ultimo caso è possibile accedere ad un fac-simile della CIL. Infine, il documento dell'Agenzia delle Entrate sulle detrazioni riporta la necessità di inviare comunicazione alla ASL. Io utilizzerò per il lavori una piccola ditta, è necessario che io comunichi qualcosa alla AUSL di Bologna? La mia esigenza è quella di contenere i costi quanto più possibile. Grazie
Partendo dal concetto che la definizione di lavori straordinari e' differente per il Comune e per l'Agenzia delle Entrate, le opere descritte riguardano di sicuro opere di manutenzione straordinaria per quanto riguarda le agevolazioni, mentre per il Comune si tratta di manutenzione ordinaria. Sarebbe utile conoscere la zona in cui e' situato l'immobile, per valutare eventuali vincoli paesaggistici. Il rifacimento dell'intonaco e la tinteggiatura presupporranno l'utilizzo di un ponteggio, per il quale e' richiesto la redazione del Piano di Sicurezza e coordinamento PSC redatto da tecnico abilitato e pratica di occupazione suolo pubblico, qualora necessaria. Le informazioni fornite non sono sufficienti per ottenere una risposta esaustiva, comunque le opere sono incentivabili al 50%. Con L.R. 15/2013 all'7 vengono chiariti i limiti per gli interventi edilizi.
Categoria: Impianti
la conformita defgli impianti è richiesta per il contratto d' affitto,.. per quanto riguarda l' impianto elletrico immagino sia quello che mi rilascia l' elettricista che mi mette a norma l' impianto, che altri impianti vanno certificati? (ho il riscaldamento centralizzato ) attendo una risposta grazie
Premesso che per affittare un appartamento (come per venderlo) deve essere obbligatoriamente predisposta l'APE (attestazione di certificazione energetica) per la conformità degli impianti si fa normalmente riferimento all'impianto elettrico e di riscaldamento (se autonomo)
Categoria: Locazione
buon giorno, sto per affittare un apprtamento a bologna , con affitto a canone concordato , chiedevo, con le tabelle nel sito del comune ho un' indicazione di massima circa il range dell' importo dell' affitto , che come da contratto puo variare a seconda delle condizioni dello stato , del fatto si arredato ecc.. tutto chiaramente condiviso con l' inquilino.... chiedevo per fare il questo tipo di contratto devo per forza rivolgermi alle associazioni di categoria che mi daranno la cifra precisa o posso fare a un semplice caf ? poi chiedevo : e possibile accordarsi con l' inquilino per iscritto che le manutenzioni ordinarie e straordinarie degli elettrodomestici siano a carico dell' inquilino stesso? fermo restando che alla riconsegna siano presenti dei simili oggetti... grazie
Tra il minimo e il massimo si devono accordare le parti tra di loro, quindi non ha bisogno di rivolgersi a qualche ente. Se viene fissata una maggiorazione per immobile arredato la manutenzione straordinaria degli arredi (compresi elettrodomestici) è a carico del proprietario. Dovrà invece rivolgersi al SUNIA per usufruire del bonus di € 500,00 stabilito dal Comune di Bologna per chi fa un canone concordato sotto ai 700 euro.