Reset filtri
Tempo medio di risposta: 74 ore
Categoria: Fisco
Salve, scrivo perche mi è stato proposto un contratto con canone concordato a cui sono stati applicati dei parametri di cui uno non mi è chiaro:percentuale aumento del canone 6% per maggiore durata contrattuale di cinque anni piu due. Essendo studentessa e diìovendo rimanere a Bologna solo altri due anni ho fatto presente questo fatto ma non credo che la proprietaria voglia abbassare il prezzo..come dovrei comportarmi?inoltre è stato applicato il regime di cedolare secca: è detraibile al 19% sulla dichiarazione dei redditi?(sono studente fuori sede con residenza in altra regione e a più di 100 km).Grazie per l'aiuto!
La maggiore durata è certamente voluta dal proprietario per assicurarsi un canone un pò più alto, per cui anch'io non credo che lo vorrà abbassare. La cedolare secca è il regime fiscale del proprietario, quindi non incide sulla possibilità dell'inquilino studente di usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal TUIR per questa tipologia di locazione.
Categoria: Locazione
Salve, sto gestendo la restituzione della casa dove abitava una mia zia di II grado ora deceduta al proprietario. Il contratto è a canone concordato e non mi è chiaro se ho o meno l'obbligo di ritinteggiare prima della restituzione dell'appartamento (ho letto di sentenze che si esprimevano contro tale obbligo). E, se tale obbligo non sussiste, il proprietario non può in nessun caso trattenere la caparra per tale lavoro? Specifico che l'appartamento non veniva ritinteggiato da un pò (la zia era sola e molto anziana), per cui i segni del tempo si notano, pur senza alcun tipo di danno (non ci sono crepe, scrostature, ecc). Grazie mille
L'obbligo della imbiancatura dovrebbe essere previsto nel contratto, ma nel concordato ciò avviene raramente. Quindi salvo che tale impegno non sia espressamente previsto il proprietario non può avanzare eccezioni alla restituzione del deposito cauzionale. In ogni caso, qualora egli ritenesse di doverle proporre, dovrà farlo per iscritto.
Categoria: Condominio
se si devono eseguire lavori di manutenzione straordinaria sulla copertura del palazzo (rifacimento guaina)l'unico accesso è tramite l'appartamento del proprietario dell'ultimo piano.lui è obbligato al passaggio degli operai per eseguire i lavori? grazienel caso positivo riportare l'articolo relativo.GRAZIE
Occorre verificare nei rogiti, o nel regolamento condominiale, se esiste una servitu’ per il passaggio al tetto tramite l’appartamento suddetto, in tal caso non ci sono dubbi sull'obbligo. Comunque anche il CC art 843 dispone l’obbligo di consentire il transito "sempre che ne venga riconosciuta la necessità" e salvo risarcimento di eventuali danni.
Categoria: Fisco
Buongiorno. Ho due figli a carico, studenti universitari fuori sede a Bologna che sono contitolari con altri due ragazzi di un contratto di locazione (il contratto è stato firmato da tutti e cinque) pari a 1.350 euro/mese. Quanto posso detrarre in sede di 730? Grazie infinite.
In sede di dichiarazione dei redditi, la detrazione spettante è il 19% di una cifra massima di € 2633,00 per entrambi i figli. Se la quota di canone di entrambi i figli supera la detrazione massima spettante, potrebbe mettere una detrazione per un figlio Lei e un'altra detrazione per l'altro figlio sua moglie.
Categoria: Locazione
Visto che nel nuovo accordo per i canoni concordati siglato il 21/10/2013 le tariffe sono state abbassate rispetto all'accordo precedente, come ci si deve comportare con i contratti concordati redatti in precedenza ? l'inquilino può chiedere la riduzione del canone in funzione del nuovo accordo ? Non ho trovato nulla che regolamenta l'applicazione di nuove tariffe. Grazie Cordiali saluti
Il nuovo accordo per Bologna ha efficacia per i contratti stipulati successivamente al 21/10/2013. Salvo diverso accordo tra le parti, pertanto, i contratti in corso a tale data, in quanto stipulati precedentemente, mantengono integra la loro validità.