Reset filtri
Tempo medio di risposta: 99 ore
Categoria: Locazione
In seguito ad un riordino catastale ed una migliore rilevazione della metratura vorrei rifare il contratto per un appartamento dato in locazione 3+2 (canone concordato) stipulato 2 anni fa. L'inquilino non si oppone avendone anch'egli interesse. Vorrei però evitare la disdetta e ripartire da zero con un nuovo 3+2, ma proseguire quello in corso e giunto alla fine de 2° anno indicando i nuovi dati catastali e le metrature esatte, ricalcolando il canone. E' possibile? come dovrei procedere? Grazie.
Se alla fine il canone si abbassa è possibile farlo, ed è anche agevolato dall'assenza di spese. Bisogna comunque predisporre una specifica scrittura da consegnare all'Agenzia delle Entrate. Se ritiene può rivolgersi al SUNIA.
Categoria: Fisco
salve, vorrei delle informazioni circa i documenti necessari per entrare a far parte di un contratto di locazione. sono subentrata ad una ragazza che è andata via,la quale ha dato la sua disdetta tre mesi fa e dunque adesso risulta esserne fuori. devo procedere con l'f 23 e cos'altro? grazie mille per l'attenzione, serena
Bisogna fare una scrittura privata tra le parti che attesti la volontà di tutte le parti di accettare il subentro, quindi pagare la tassa di registro (67 € + marche da bollo) e portarla all'ufficio delle entrate dove è stato registrato l'atto originario.
Categoria: Fisco
Salve, in un contratto di locazione 3+2 con prima scadenza il 07/10/2015, se la disdetta da parte del conduttore viene data nei primi di maggio 2015, passati i 6 mesi (quindi oltrepassata la prima scadenza del 07/10/2015) il conduttore può tranquillamente lasciare casa o il contratto si ritiene rinnovato? E se rinnovato cosa comporta? Grazie
Se il contratto prosegue oltre la scadenza bisogna fare sia la proroga, sia la risoluzione alla chiusura, pagando le relative tasse se non in cedolare. Se invece le parti concordano per un rilascio anticipato alla scadenza non si deve fare nulla.
Categoria: Locazione
vorrei sapere come procedere ( e se è conveniente) per il contratto a canone concordato: deve redigere il contratto un'apposita agenzia/associazione? la casa è composta da 3 vani oltre cucina e doppi servizi; dotata altresì dei seguenti elementi accessori: cantina, garage con 1 posto macchina. l'appartramento è in via cracovia a bologna. quanto potrebbe essere l'affitto con il canone concordato ?
Per calcolare la convenienza del contratto concordato può rivolgersi ad una associazione (per il SUNIA 0516087100)oppure seguire il percorsio indicato nel sito del Comune di Bologna http://www.comune.bologna.it/casa/servizi/8:6440/
Categoria: Fisco
Salve, ho 27anni, un contratto d'affitto a canone concordato e non supero i € 15.493,71 di reddito, ho diritto a qualche agevolazione e nel caso come fare per riceverla? La ringrazio. Michela
Agli inquilini intestatari di contratti di locazione a canone convenzionato o concordato spetta un’agevolazione sotto la forma di detrazione pari a: 495, 80 euro, per reddito complessivo sotto i 15.493, 71 euro; 247, 90 euro per reddito complessivo superiore al precedente ma sotto i 30,987, 41 euro. L'importo della detrazione va commisurato ai mesi di locazione nel 2014. Per potere godere della detrazione bisogna presentare la dichiarazione dei redditi con il md. 730 o con modello UNICO.